La cura del locale

 

Io al Rifugio Lagdei ci ho lavorato. Nel 2010 ho fatto lì i tre mesi estivi servendo al bar. Di una cosa quindi sono certa: al Rifugio Lagdei non si discute su pulizia e freschezza dei prodotti. Ho girato per mesi in quella cucina, tra quei tavoli, in quella dispensa e questo posso dirlo per certo. E vi garantisco che non mi stanno pagando per farlo!

 

Tavola apparecchiata al rifugio Lagdei

Il menù

 

Alcune delle pietanze del menù possono variare a seconda dei giorni ma è un menù che rispecchia sempre la tradizione del luogo dove i classici piatti di montagna non mancano mai. E se sei in montagna ovviamente è d’obbligo mangiare i funghi o la polenta! O i funghi e la polenta! Ecco… nell’indecisione questo è quel che abbiamo fatto noi!

Tavoli esterni al rifugio Lagdei di Parma

Il nostro pranzo

 

Dopo una passeggiata nella torbiera ci siamo sedute ai tavoli apparecchiati nella distesa esterna. L’aria era piacevole e il sole, non eccessivamente caldo, era un conforto. Non appena ti siedi per pranzare o cenare ti portano pane e acqua della fonte che è compreso nel costo del coperto. L’acqua di fonte è di una freschezza incredibile. Per iniziate abbiamo preso un “tagliere di prosciutto crudo e polenta fritta”. Era un secolo che non mangiavo polenta fritta! Questa è davvero buona, croccante al punto giusto e non eccessivamente unta. E i salumi sono ancora come me li ricordavo… divini! D’altronde, se non è buono il prosciutto a Parma dove lo può essere?

 

Tagliere di prosciutto di Parma al rifugio Lagdei

Polenta fritta dal menù del rifugio montano di Lagdei

 

Poi, sia io che mia mamma abbiamo preso le “Tagliatelle con i funghi”. Le tagliatelle al rifugio Lagdei sono fatte a mano. Il sugo è ottimo e le tagliatelle cotte al punto giusto. La porzione è discreta.

 

Tagliatelle con i funghi al Rifugio Lagdei

 

Già così io mi sento sazia. O meglio… ho giusto il posto per il dolce. Decidiamo di prendere un secondo da dividerci e scegliamo la “Punta di vitello al forno con patate”. Mia mamma prende anche una “insalata di pomodori, cipolle e vinaigrette”. I assaggio solo perché ho già mangiato a sufficienza.

 

Punta di vitello al forno con patate al rifugio Lagdei

Il meteo a Lagdei

 

Si sta avvicinando un nuvolone minaccioso… verrà mica a piovere prima che finiamo di mangiare eh? Il meteo in montagna è così, decisamente imprevedibile! Un attimo prima c’era un sole splendido e una frazione di secondo dopo arriva un’imponente nuvola che lo copre e sai che di lì a breve arriverà un acquazzone. Giusto il tempo di finire il nostro secondo che inizia a piovere forte. Corriamo al riparo così come tutti gli altri ospiti del rifugio. La distesa fuori era quasi al completo perciò il locale dentro si riempie. I camerieri ci fanno accomodare ad un tavolo. Sono abituati a questi bruschi cambiamenti.

 

Tavoli nel ristorante del rifugio Lagdei

 

Io però ho mangiato meno per lasciar posto ad un buonissimo pezzo di crostata di prugne! E lo vorrei mangiare! Così ci portano altra acqua e un pezzo di torta ciascuna. Finalmente mi sento appagata. Manca solo il caffè poi non resta altro da fare che prendere la via di casa visto che la pioggia non accenna a smettere.  Con la pancia piena, mi sarei fatta volentieri anche un sonnellino sotto una pianta… ovviamente tempo permettendo…

E voi avete mai mangiato al Rifugio Lagdei?

 

Condividi: