La bassa

 

Avete presente quella che noi chiamiamo “la bassa”? No? È la zona che comprende i comuni che costeggiano la riva del Po. Ci siete mai stati? Bè, se avete occasione di passare da lì, e più precisamente nella zona di Gualtieri, oltre che consigliarvi di visitare il paese che è uno dei miei preferiti in provincia di Reggio Emilia, vorrei anche suggerirvi un ristorante molto carino dove andare a mangiare. Io e Paolo ci sono stati recentemente e posso garantirvi che abbiamo pranzato divinamente!

 

Gualtieri. La piazza

Casa Museo di Antonio Ligabue

 

Era un sabato mattina e avevamo deciso di andare a visitare la Casa Museo di Antonio Ligabue, l’abitazione dove l’artista visse e che oggi conserva oggetti della vita del pittore. Siamo arrivati tardi e ci siamo attardati a chiacchierare con il gentile proprietario, il sig. Giuseppe Caleffi. Quando alle 13 passate il museo ha chiuso, avevamo un leggero languorino allo stomaco. Usciti dal museo, ci siamo accorti che proprio dietro, praticamente attaccato al museo, c’era un ristorante e ci siamo fermati lì.

 

Casa Museo di Antonio Ligabue

 

Osteria della Merla

 

 

 

Il locale in questione è l’”Osteria della Merla”. Sebbene esternamente possa ingannare, il locale è molto curato ed accogliente. Ricavato in una vecchia stalla ristrutturata mantenendone intatta la struttura, il luogo si presenta davvero bene. Le pareti sono adorne di quadri per la maggior parte naïf a suggellare la tradizione del luogo.

 

 

Ci portano il menù che è davvero originale, non tanto per la tipologia dei piatti ma per la fattezza. Due tamburati di cartone imbullonati insieme con al centro i fogli che presentano le pietanze. La cucina è tipica emiliana con un occhio di riguardo ai tortelli con alcune rivisitazioni davvero strepitose! Ne conto almeno una dozzina di tipi.

 

Cosa mangiamo?

 

I primi

 

Mentre scegliamo ci portano un cestino di pane di vari tipi e un altro di ciccioli. Io prendo “Tortelli ai fichi con granella di pistacchi e scaglie di ricotta salata”. Anche Paolo opta per i tortelli e nello specifico per i “Tortelli di cipolla rossa e aceto balsamico”. Entrambi davvero buoni! I tortelli ai fichi hanno quel gusto dolce che mi ricorda molto i tortelli di zucca che io adoro. Buoni anche quelli alla cipolla rossa di Paolo anche se io preferisco i miei.

 

Tortelli ai fichi con granella di pistacchi e scaglie di ricotta salata

Tortelli di cipolla rossa e aceto balsamico

I secondi

 

Per secondo prendiamo “Guancette di maiale” e “Verdure miste pastellate” che ci dividiamo perché DEVO assolutamente lasciare spazio per il dolce. La carne è deliziosa, si scioglie in bocca! Davvero una squisitezza! Buone anche le verdure pastellate, fritte bene e non unte.

 

Guancette di maiale

Verdure pastellate

I dolci

 

Dal mio “DEVO assolutamente lasciare il posto per il dolce” avrete senz’altro capito che sono golosissima! Posso rinunciare a tutto ma non ai dolci! Non sono molto amante della cioccolata, la cioccolata la amo sotto forma di cioccolatini ma non troppo nei dolci. Ma tutto quel che è a base di mascarpone o crema per me è irresistibile! Cosa offre l’Osteria della Merla? Mi prendo una “Millefoglie con fragole” (anche le fragole le adoro!) e Paolo sceglie un “Mascarpone con le fragole”. Come sempre io assaggio tutto quello che lui prende! Se poi è mascarpone a maggior ragione! Entrambi molto buoni.

 

Millefoglie con fragole

Mascarpone con le fragole

Lo consiglio?

 

Per finire ci vuole davvero un caffè. Pranzo davvero ottimo, personale cordiale, prezzo giusto. Il locale è curato e pulito, l’ambiente è piacevole. Si, lo consiglio!

 

Voi ci siete mai stati?

 

Condividi: